Delibera assunta nella tornata del 10 novembre 2017

Il Consiglio

vista

- la nota del Ministero della Giustizia del 27 ottobre 2017 indirizzata al Consiglio Nazionale Forense con la quale, riconoscendo il diritto all’autonomia di ciascun Avvocato sulla scelta di dotarsi di una polizza assicurativa sugli infortuni, comunica che la proposta di modifica dell’art. 12 L. 247/2012 è stata trasmessa all’ufficio legislativo per la formulazione di una modifica al citato art. 12 in sede di sessione parlamentare di bilancio affrontando anche la problematica connessa agli avvocati inseriti negli Albi speciali dei dipendenti pubblici, i cui collaboratori sono già provvisti della copertura assicurativa in virtù dell’iscrizione all’INAIL;

uditi

il Presidente Avv.Americo Montera ed il Consigliere Avv.Fabio Moliterno che hanno partecipato all’incontro dell’Agorà degli Ordini tenutosi a Roma il 9.11.2017;

considerata

la confusione,la mancanza di informazione,di direttive,soprattutto dal mondo politico e segnatamente dagli Avvocati  parlamentari di tutte le  appartenenze politiche;

in previsione

- dell’ormai  prossima scadenza dell’11 novembre 2017 per la comunicazione al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati degli estremi delle polizze assicurative infortuni oggi obbligatorie;

ritenuto

- che primariamente occorre tutelare gli Iscritti al fine di evitare che gli stessi,in particolare la fascia più debole ovvero i giovani, si ritengano obbligati a sostenere i costi per la stipula di polizze assicurative che invece  potrebbero diventare facoltative;

delibera

di sospendere in via provvisoria l’adozione di qualsiasi provvedimento in conseguenza della mancata comunicazione da parte degli iscritti degli estremi della polizza infortuni per sé e per i propri collaboratori e praticanti fino all’esito dell’iter parlamentare della proposta di modifica, condivisa dal Ministro della Giustizia, dell’art. 12 della L. 247/2012.