Scarica qui  l'estratto

ESTRATTO DAL REGISTRO DEI VERBALI  DELLE DELIBERE ESISTENTI PRESSO LA SEGRETERIA DEL CONSIGLIO STESSO

Tornata del 11 aprile 2017

 Il CONSIGLIO

 

premesso

Ø    che è recentemente venuto a conoscenza, nel corso di un incontro tenutosi nella Conferenza Permanente, dell’ipotizzato trasferimento alla cittadella giudiziaria anche della Sezione Lavoro del Tribunale, oltre quello già previsto ed in corso della 3^ Sezione Civile (mobiliare ed immobiliare) ;

Ø    che la Conferenza permanente, già Commissione di manutenzione, decide circa gli spazi e le destinazioni degli uffici giudiziari ma che, alle riunioni della stessa, il Consiglio partecipa, solo se invitato, con mero diritto di tribuna senza potere di voto;

Ø    che la Conferenza ipotizza nel periodo tra maggio e giugno – in ragione di una situazione verificatasi recentemente alla Sezione Lavoro, per la quale due stanze adibite a cancelleria sono state rese momentaneamente inutilizzabili – il trasferimento dell’intera Sezione Lavoro del Tribunale alla Cittadella Giudiziaria, cui seguirà con tempi di esecuzione non previsti, né prevedibili il trasferimento delle altre due Sezioni del Civile e della Corte d’Appello;

Ø    che l’utilizzo della Cittadella Giudiziaria rappresenta una opportunità che occorre cogliere, onde rendere omogeneo e fruibile il servizio Giustizia a tutta l’utenza ed agli operatori della stessa;

Ø    che, tuttavia, la situazione della Sezione Lavoro è in fase di risoluzione,  per cui la paventata immediata necessità non è più esistente;

Ø    che la realizzazione dell’ipotesi sopra prospettata, nei modi previsti, determinando un ulteriore frazionamento sul territorio degli uffici giudiziari comporterà inevitabili, enormi disagi per l’Avvocatura, costretta a fare la spola tra Cittadella Giudiziaria ed il Tribunale centrale;

Ø    che in questa situazione 6 giudici della Sezione Lavoro celebrano udienza per tre giorni la settimana,  spesso nello stesso giorno in cui tiene udienza anche la Corte d’appello (lavoro e civile) e che gli uffici della 3^ Sezione Civile tengono udienza il lunedì, il mercoledì ed il giovedì;

Ø    che i Giudici civili di primo grado tengono udienza dal lunedì al giovedì e la Corte d’Appello (Civile e Lavoro) nei giorni di mercoledì e giovedì, per cui si verificherà l’inevitabile accavallarsi degli impegni nelle due distinte sedi con inevitabili, enormi e non conciliabili difficoltà per gli avvocati a presenziare alle udienze, concomitanti e dislocate in posti lontani fra loro, così comprimendo il diritto costituzionale di difesa degli utenti che potrebbe essere penalizzato dalla mancata presenza in udienza dell’avvocato nominato;

Ø    che anche il mero rinvio delle udienze per l’impossibilità dell’avvocato ad esser presente per le ragioni sopra dette protrae inevitabilmente i tempi, già lunghi, del contenzioso;

Ø    che la Sezione Lavoro dovrebbe essere allocata  al settimo piano della Cittadella, dove le stanze dei Giudici sono piccole per poter essere sfruttate come aule d’udienza e, allo stato, ancora non è dato sapere quali e quante saranno le aule di udienza disponibili;

Ø    che molte misure di sicurezza, sia per i lavoratori tutti degli uffici che per l’avvocatura, non sembrano essere in regola con le previsioni di legge, tant’è che anche i rappresentanti sindacali per questioni riguardanti i propri associati e che sono degne della massima considerazione, hanno espresso perplessità con riferimento allo stato attuale della sicurezza dei locali della Cittadella Giudiziaria che dovranno ricevere gli uffici trasferenti;

Ø    che vi sono uffici sottodimensionati per il numero delle persone che vi devono lavorare  (cancellerie) e altri iper dimensionati anche per una  sola persona (gli Uffici del Presidente del Tribunale ordinario di Salerno e quello del Dirigente Amministrativo del Tribunale ordinario di Salerno misurano circa 80 (ottanta) mq. cadauno, ad esempio);

Ø    che in una situazione di questo genere occorre che i primi ad insediarsi, anche per ragioni logistiche legate al miglior funzionamento, all’organizzazione ed al coordinamento degli uffici, debbano essere i vertici della struttura del Palazzo di Giustizia;

valutato

Ø    che occorrerebbe prevedere, con immediata variazione tabellare, la conciliabilità delle udienze della 3^ Sezione Civile con quelle tenute dai Giudici Civili;

Ø    che si rende necessario sospendere il trasferimento della Sezione Lavoro, organizzando, in tempi rapidi e certi, il trasferimento dell’intera restante Sezione Civile in unica soluzione (sebbene con tempi di realizzazione diversi ma certi,  estremamente contenuti e conseguenti) come avvenuto in altri casi;

tanto premesso il Consiglio all’unanimità dei consensi,

delibera

Ø    di chiedere che i vertici della struttura del Palazzo di Giustizia si trasferiscano presso la Cittadella Giudiziaria, in uno agli uffici che oggi vi sono destinati;

Ø    di chiedere che si disponga il trasferimento dell’intera Sezione Civile, con tempistica certa e modalità preventivamente concordate e comunicate;

Ø    di chiedere, per il solo trasferimento della 3^ Sezione Civile, di disporre una variazione tabellare che consenta la tenuta delle udienze nei due plessi in giorni diversi e, comunque, con orari prefissati ;

Ø    di manifestare apertamente la propria contrarierà – allo stato degli atti e dei rilevi esposti - al trasferimento della Sezione Lavoro, se non effettuata di concerto con gli altri uffici del Tribunale , riservando ogni azione utile a contrastare l’ipotesi di cui in premessa, e, in ogni caso ad ogni ipotizzando trasferimento che non tenga conto delle esigenze dell’avvocatura;

Ø    Dispone per l’invio della presente all’Avvocatura, la pubblicazione della presente delibera sul sito del Consiglio e l’invio della stessa , ciascuno per la propria parte di competenza, al Presidente della Corte d’Appello di Salerno, al Presidente del Tribunale di Salerno, al Presidente della Sezione Lavoro del Tribunale di Salerno, al Dirigente di Cancelleria del Tribunale di Salerno;  di dare la più ampia diffusione a tale deliberato anche presso gli organi locali di informazione e di adottare ogni ulteriore iniziativa per tutelare l’esercizio della funzione .

 

f.to Avv. Americo Montera Presidente

f.to Avv. Gaetano Paolino Consigliere Segretario

 

 

Avviso pubblico "Piano dei pagamenti delle partite debitorie del Comune di Nocera Inferiore" approvato con delibera di G.C. n. 79/16.3.2017. Scarica qui l'avviso


Unitamente al bando allego:
- Modello di adesione ed autocertificazione - scarica
- Modello di autocertificazione (antistatarietà) - scarica
- Atto di Transazione - scarica


Il termine di scadenza è fissato al 26.4.2017