Informiamo che in questo sito sono utilizzati solo “cookies tecnici” necessari per ottimizzare la navigazione; il presente sito può consentire l’invio di “cookies di terze parti”. Non sono utilizzati cookies di profilazione. Puoi avere maggiori dettagli e indicazioni sull’uso dei cookies utilizzati dal presente sito visionando l’informativa estesa (pagina privacy, su menu principale). Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, anche mediante l’accesso ad altra area o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio un’immagine o un link), ciò comporta la prestazione del consenso all’uso dei cookies specificati nell’informativa estesa (art. 4.1. Provv. Generale n. 229 dell’8.05.2014 Garante Privacy).  

Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.

Visite: 65
Stampa

le Istituzioni europee hanno avviato un processo di confronto attivo con la società civile attraverso la Conferenza sul futuro d’Europa, co-presieduta da Parlamento, Consiglio e Commissione europea, volto a immaginare quale Europa i cittadini europei vogliano per il futuro. Al termine di tale esercizio, che durerà sino fine di marzo del 2022, l’Europa si è impegnata ad ascoltare la voce degli europei e a dare seguito alle raccomandazioni ricevute.

 

Oltre a essere uno straordinario esercizio di democrazia diretta - chiunque, a prescindere dalla provenienza o dall’attività svolta, potrà utilizzare questo strumento per riflettere sul futuro dell’Unione europea – la Conferenza rappresenta una occasione unica per le diverse categorie professionali e per le associazioni per far sentire la propria voce.

 

Ti segnalo di particolare interesse per la nostra professione, il tema  “VALORI E DIRITTI, STATO DI DIRITTO, SICUREZZA”: si tratta di argomento davvero vasto nel quale potrebbero senz’altro rientrare, ad esempio, l’adozione di una fattiva politica di solidarietà, economica e sociale, così come l’adozione di norme fiscali unitarie, piuttosto che la promozione di forme che facilitino gli scambi commerciali con regole comuni, o l’introduzione di una disciplina unitaria per favorire i trasferimenti di tutte le persone giuridiche all’interno della UE. Ma sono certa che avrai anche altro da suggerire !

 

Per partecipare all’indagine è sufficiente collegarsi all’indirizzo mail: https://futureu.europa.eu/?locale=it, scegliere la voce “Condividi le tue idee” ed eseguire la registrazione sulla piattaforma della Conferenza. Una volta effettuato l’accesso, sarà possibile partecipare alla discussione.